Fare risparmio energetico in casa, in azienda o in ufficio significa adottare delle piccole accortezze atte a ridurre gli sprechi, ottimizzare i consumi di energia e di conseguenza vedere le bollette di fornitura un po’ più leggere.

Scegliere fonti di energia rinnovabile è senza dubbio una decisione saggia tanto quanto evitare gli sprechi. Per questo, di seguito, saranno elencati alcuni punti su cui intervenire per contribuire ad un miglior utilizzo dei nostri apparecchi.

RISCALDAMENTO

  • Togliere aria nei termosifoni. Da fare una volta all’anno prima dell’inizio della stagione invernale. Le bolle di aria che si formano all’interno impediscono corretta circolazione dell’acqua portando a disomogeneità nel riscaldamento dei singoli termosifoni con una minore resa e conseguente aumento dei consumi;
  • Non coprire i termosifoni con tende o panni. Spesso, presi dalla voglia di fare asciugare il prima possibile una maglia, oppure appoggiare la tenda sopra il termosifone perché è ingombrante, non ci rendiamo conto che riduciamo la dispersione del calore all’interno della stanza e quindi impiegheremo più tempo a riscaldare l’ambiente;
  • Ridurre di poco la temperatura di set point. Semplice intervento, che spesso non sconvolge il comfort termico della zona riscaldata, ma che può produrre risparmi energetici fino al 5%;
  • Manutenzione e controlli annuali. Da privilegia prima dell’inizio della stagione invernale;
  • Chiudere le tapparelle durante la notte. Questo permette di creare una barriera contro il freddo notturno.

ELETTRICITA

  • Preferire le lampade a basso consumo. Le ultime lampade a led, a parità di lumen dichiarati dai costruttori, permettono assorbimento 3 volte minori delle lampade tradizionali (es. fluorescenti);
  • Ricordarsi di spegnere le luci quando si esce da una stanza. Sembra ovvio, ma spesso per paura di ladri, o per semplice pigrizia, lasciamo le luci accese quando non siamo in casa;
  • Evitare di spegnere e accendere le luci in continuazione. Questo ne ridurrà la durata e quindi accorcerà i tempi di sostituzione per fine vita del dispositivo;
  • Fare attenzione alla tabella di consumo degli elettrodomestici;
  • Evitare di inserire cibi troppo caldi in frigorifero. Questo causerà un aumento interno della temperatura con conseguente maggior impiego di energia per far tornare la temperatura interna al valore impostato. Allo stesso modo si dovrebbe evitare di aprire e chiudere troppo spesso la porta del frigorifero o congelatore;
  • Caricare a pieno la lavatrice. Si risparmia tempo ed energia;
  • Stand by. Evitare le lucine rosse sempre accese nelle ore notturne e alti spie di segnalazione di stand by. A fine anno questi consumi possono incidere di non poco.

ACQUA

  • Evitare di lasciare rubinetti aperti quando non servono. Lavare i piatti lasciando per tutto il tempo il rubinetto aperto comporta inevitabilmente grandi sprechi di acqua;
  • Controllare le vecchie tubature. Spesso, in impianti datati, si possono riscontrare alcune perdite;
  • Riciclare l’acqua di cottura della pasta. Si può sfruttare per innaffiare le piante.

Infine, per una casa più efficiente, è consigliato l’utilizzo delle fonti ad energia rinnovabile e delle nuove tecnologie: fotovoltaico, solare termico/termodinamico, pompe di calore, infissi in PVC, ecc…

SE HAI BISOGNO DI CONSULENZA E SE INTERESSATO AD EFFETTUARE UN INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, CONTATTACI SUBITO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *