logo-con-numero-partner


Cos’è la domotica?
La domotica non è altro che un insieme di tecnologie e dispositivi atti a migliorare la schermata-2016-10-31-alle-19-24-41qualità della vita, del lavoro e il consumo energetico negli edifici.
Possiamo dividere la domotica in due sistemi: i sistemi proprietari, ovvero quei
sistemi studiati ed adottati solo da un
unico produttore, all’interno dei quali possono essere utilizzati dispositivi del medesimo produttore e non di altri; i sistemi standardizzati, dove invece il protocollo di comunicazione tra i dispositivi è standard per tutti i produttori che vi aderiscono.

KNX è l’unico standard mondiale riconosciuto per l’automazione degli edifici e porta con sé più di 20 anni di storia. Nasce nel 1990 con gli obiettivi di promuovere le case schermata-2016-10-31-alle-19-23-41e gli edifici intelligenti, affermare il marchio KNX come simbolo di qualità e interoperabilità di prodotti di diversi costruttori e diffondere il marchio KNX come uno standard europeo e mondiale.
Il punto di forza di KNX è appunto l’interoperabilità: i dispositivi di diversi costruttori e differenti aree funzionali che sono etichettati con il marchio commerciale KNX e usano lo stesso meccanismo di configurazione possono essere collegati tra loro formando un impianto funzionante grazie alla standardizzazione KNX di:

  • Telegrammi: i dispositivi di solito usano telegrammi standard per la trasmissione, ma in casi eccezionali ci sono anche dispositivi che usano telegrammi con una lunghezza maggiore per la trasmissione di dati in blocco;
  • Dati utili nei telegrammi: per le varie funzioni (tra cui commutazione, dimmerizzazione, controllo tapparelle, modalità HVAC…) devono essere usati formati prestabiliti degli oggetti per i prodotti KNX certificati.

Quindi questo ci permette di realizzare l’impianto della nostra casa installando pulsanti e interruttori di una certa marca, con un sistema di supervisione di una diversa e quindi personalizzare, senza limiti, gli impianti elettrici delle nostre abitazioni o attività.

Fatta questa opportuna introduzione alla demotica con sistema KNX, è utile definire schermata-2016-10-31-alle-19-24-20le principali differenze tra un impianto tradizionale ed uno demotico. Il sistema KNX utilizza come mezzo di comunicazione delle funzioni il doppino intrecciato (Twisted Pair), che può essere installato in concomitanza con le linee di energia a 230V. Questo si traduce nei seguenti vantaggi se paragonato all’installazione tradizionale:

  1. Riduzione del cablaggio nel caso in cui i dispositivi vengano disposti in modo decentralizzato;
  2. Aumento delle possibili funzioni del sistema;
  3. Miglioramento della trasparenza dell’installazione;
  4. Maggior sicurezza nei circuiti di comando;
  5. Possibilità di modificare le funzioni di un dispositivo senza modificare il cablaggio e quindi evitare di fare tracce e opere murarie varie;
  6. Sistema a spasso con i tempi: l’uscita di una nuova tecnologia, con sistema di comunicazione KNX, garantisce la comunicazione con i dispositivi più vecchi in modo da non dover rifare completamente l’impianto;
  7. Personalizzazione dell’estetica e altro ancora.

EnerSave, viene incontro alle complesse richieste dei propri clienti anche con l’applicazione di sistemi domotici.